Trenord: guardie armate a Bergamo, Treviglio e Como. Estensione progressiva in tutte le province

“Parte da Bergamo, Treviglio e Como il nuovo piano sicurezza Trenord voluto dalla Regione. Proseguirà poi in tutte le province lombarde”. Lo fa sapere l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Alessandro Sorte.

GOVERNO LATITANTE “Il Governo non batte un chiodo. – prosegue l’assessore – Sulla sicurezza è completamente latitante, benché la responsabilità sia tutta nelle sue mani. La Regione fa supplenza, nell’interesse dei cittadini, perché la sicurezza di chi viaggia e dei lavoratori impegnati ogni giorno sui treni e nelle stazioni, per noi, è al primo posto”.

REGIONE IN CAMPO PER SENSO RESPONSABILITÀ“Avevamo chiesto di potenziare la polizia ferroviaria, poi avevamo insistito perché il Governo lasciasse sul territorio lombardo i militari impiegati per l’Expo. Picche. E’ così che abbiamo deciso – conclude Sorte – di mettere in campo prima i vigilantes, che hanno avviato la sperimentazione migliorando sensibilmente la sicurezza e ora, grazie anche alla collaborazione delle Prefetture, arriva personale ancor più qualificato: le guardie armate. Naturalmente saranno concentrate sulle linee più calde, dove le aggressioni si moltiplicano”.


[Comunicato Stampa] – In copertina: Vigilanti in servizio sui treni Trenord – Foto: Corriere.it

Condividi

MaicolGarba

Sono appassionato di trasporti da sempre. Fondo Trasportinfo nel 2016 per parlare di trasporti e approfondire, informare su un argomento che ci riguarda ogni giorno.

maicoladmin has 1104 posts and counting.See all posts by maicoladmin