LFI, investimenti, sicurezza e tecnologie: in arrivo 17mln per l’Ertms/Etcs

Sicurezza, investimenti per il rinnovo dei treni e attivazione di nuove tecnologie. Sono queste le parole chiave del Gruppo Lfi Spa che, in coincidenza con l’appuntamento annuale della distribuzione della Carta dei Servizi 2017, fissa gli impegni aziendali attraverso le parole del Presidente Maurizio Seri.

“Gli investimenti a favore della sicurezza saranno uno dei temi fondamentali anche quest’anno – spiega il Presidente – dando così continuità a quanto stiamo portando avanti da anni. Il primo elemento in questo scenario riguarda gli standard di sicurezza previsti dal protocollo Ertms/Etcs che presto saranno attivati anche sulle linee di nostra competenza. Si tratta di una tecnologia fondamentale per la quale siamo al lavoro da tempo e che, nel corso di questo anno, dovrebbe vedere concludersi l’iter di aggiudicazione della gara con lavori molto importanti ed investimenti per circa 17 milioni di Euro”.

Con l’attivazione della nuova tecnologia, i treni saranno in grado di fermarsi da soli in caso di pericolo, grazie ad un apposito sistema ad impulsi appositamente installato lungo la linea Stia-Arezzo-Sinalunga, proprio come avviene sulle linee dell’Alta Velocità. Lfi Spa sarà la prima realtà nell’ambito delle ferrovie locali a dotarsi di standard così elevati ed importanti in termini di sicurezza, senza alcun disagio per l’utenza dato che i lavori non avranno ripercussioni sullo svolgimento del servizio.

“L’altro impegno fondamentale del 2017 – prosegue Seri – sarà il rinnovo della nostra flotta. Vogliamo infatti abbassare l’età media dei nostri treni, attraverso l’inserimento di nuovi locomotori sulle due nostre tratte ferroviarie, così da garantire maggiori livelli di modernità e comfort di viaggio per studenti e pendolari che, in numero costantemente in crescita, scelgono il treno nei loro spostamenti quotidiani”.

“L’altra partita fondamentale a cui stiamo lavorando – conclude Seri – è l’accordo in itinere tra Tft, Regione Toscana e Trenitalia, con il quale potremo inserire due nuovi treni Jazz così da puntare ad attivare il collegamento da e verso Firenze. Si tratta di un passaggio fondamentale su cui contiamo di dare risposte alla nostra utenza entro questo anno”.


[Comunicato Stampa] – In copertina: Carrozza semipilota Vivalto di TFT – Foto: Tiemme

Condividi

MaicolGarba

Sono appassionato di trasporti da sempre. Fondo Trasportinfo nel 2016 per parlare di trasporti e approfondire, informare su un argomento che ci riguarda ogni giorno.

maicoladmin has 1104 posts and counting.See all posts by maicoladmin