Friuli Venezia Giulia, trasporto pubblico: nessun aumento nel 2018

L’Assessore alle Infrastrutture e Territorio del Friuli Venezia Giulia, Mariagrazia Santoro, ha dichiarato che per il 2018 non verranno aumentate le tariffe del trasporto pubblico dopo la delibera approvata ieri dalla giunta regionale.

Saranno riconfermate anche le agevolazioni, le promozioni e le sperimentazioni presenti nel 2017, compresa l’integrazione tariffaria sperimentale correlata alla riattivazione dei servizi ferroviari sulla tratta Sacile-Maniago.

La delibera approvata ieri prevede l’avvio di un approfondimento operativo con le aziende del Tpl automobilistico e marittimo da concludersi entro il primo trimestre del 2018 sugli impatti dell’equiparazione alla tariffa ordinaria del costo dei biglietti acquistati con dispositivi mobili. Oggi, infatti, l’acquisto del biglietto di corsa semplice alle fermate con dispositivi mobili, dove attivato, costa 1,50 euro contro 1,25 euro del biglietto acquistato in edicola.

Inoltre c’è una novità anche per l’integrazione sperimentale tra SAF e Ferrovie Udine Cividale sulla tratta Udine Cividale, che consentirà, ad esempio, di viaggiare sulla tratta in questione con entrambi i mezzi e un solo abbonamento, anche comprensivo del trasporto urbano, con un risparmio rispetto all’acquisto di due titoli di viaggio come avviene oggi. Lo stesso vale per gli abbonati delle Valli del Cividalese che raggiungono Udine, via Cividale.

L’attivazione, dopo i necessari interventi di adeguamento dei sistemi informativi, è prevista per il 1 giugno 2018.


FONTEIn copertina: Irisbus Citelis matricola 8010 di SAF Udine – Foto: Arriva Italia

Condividi

MaicolGarba

Sono appassionato di trasporti da sempre. Fondo Trasportinfo nel 2016 per parlare di trasporti e approfondire, informare su un argomento che ci riguarda ogni giorno.

maicoladmin has 1104 posts and counting.See all posts by maicoladmin