Walkee è il progetto italiano che genera energia elettrica dai pendolari

Si chiama WALKEE ed è il nuovo progetto sviluppato da Giuliana Maugeri e Piero Piercudani, studenti del Politecnico di Milano, che sfrutta il movimento dei pendolari nelle stazioni per creare energia elettrica.

Il progetto è vincitore dell’HackYourMove, il primo Hackathon in Italia sul trasporto intermodale dell’ultimo miglio realizzato in dal Gruppo FNM e Y4PT in collaborazione con PoliHub, ed è stato presentato anche all’Hackathon di Dubai (realizzato anch’esso da Y4PT) che riunisce i vincitori locali da ogni parte del pianeta.

Nello specifico, WALKEE è una pavimentazione che utilizza la tecnologia piezoelettrica per che consente di tradurre una sollecitazione meccanica, ovvero quella generata dai passi della gente in movimento, in energia elettrica. Se installato nelle principali zone di flusso, come le banchine delle stazioni, sfrutta l’incessante movimento dei pendolari per accumulare energia.

Schema di funzionamento del progetto Walkee – Immagine: FNM

La società può utilizzarla per illuminare a costo zero la stazione oppure abbinarlo a un servizio di Car Sharing elettrico. Il risparmio energetico ottenuto può essere reinvestito in miglioramento dei servizi esistenti o in creazione di nuovi, a beneficio dell’esperienza di viaggio dei pendolari.

Il Vicepresidente di FNM, Fabrizio Garavaglia, ha dichiarato:

“Il Gruppo FNM è da sempre orientato alla ricerca di soluzioni in grado di rispondere ai bisogni di mobilità quotidiana delle persone, anche stimolando e utilizzando idee innovative. L’iniziativa “HackYourMove” è stata molto positiva e utile a individuare proposte concrete su un tema importante come quello dell’ultimo miglio. Il progetto vincitore, caratterizzato da una forte impronta di sostenibilità, è particolarmente interessante perché risponde all’esigenza che sentiamo di realizzare iniziative in grado di avere una ricaduta effettiva sul sistema della mobilità”.

Il Direttore Generale di PoliHub, Claudia Pingue, ha affermato:

“Siamo contenti che la qualità dei partecipanti selezionati e supportati durante l’iniziativa HackYourMove abbia consentito di produrre risultati concreti per il Gruppo FNM, da cui partire per valutare successivi percorsi di open innovation. PoliHub è infatti da sempre interessata a collaborare con aziende attente all’innovazione proprio al fine di connettere bisogni concreti di mercato con idee ad alto potenziale innovativo.”

Nell’hackathon si è discusso anche il tema dell’ultimo miglio nel trasporto dove il sistema pubblico è poco attraente perché non riesce a servire efficacemente spostamenti che abbiano destinazioni finali lontane dalle fermate.

Nonostante la vincita del progetto Walkee, la giuria ha espresso menzioni speciali anche per altri 2 progetti che sono:

  • Looky, un sistema che permette di creare un network di bici condivise attraverso un lucchetto sicuro e brandizzato
  • 2myplace, una soluzione che permette di superare i limiti del Bike Sharing grazie al monopattino elettrico con box locker distribuiti sul territorio.

Questi progetti saranno altresì approfonditi con il management di FNM per uno studio di fattibilità.


In copertina: Pietro Piercudani e Giuliana Maugeri ideatori del progetto Walkee vincitore di HackYourMove 2018 – Foto: FNM

Condividi

MaicolGarba

Sono appassionato di trasporti da sempre. Fondo Trasportinfo nel 2016 per parlare di trasporti e approfondire, informare su un argomento che ci riguarda ogni giorno.

maicoladmin has 1091 posts and counting.See all posts by maicoladmin