SETA: presentati i 20 nuovi Menarinibus Citymood a metano per Modena

Sono stati consegnati e presentati ieri mattina a Modena i 20 nuovi Menarinibus Citymood di SETA, acquistati nel 2017, che circoleranno nella rete urbana della città a partire da Gennaio 2019 migliorando la qualità generale del trasporto pubblico per i passeggeri.

I nuovi autobus posseggono la motorizzazione Euro 6 e sono alimentati a Metano portando a 64 il numero totale dei mezzi che l’azienda possiede con questa tipologia. L’età media della flotta aziendale passa da 12,2 a 9 anni.

L’impatto ambientale sarà notevolmente positivo: a parità di chilometri percorsi, i nuovi mezzi Menarinibus Citymood della flotta urbana Seta di Modena emetteranno in atmosfera il 95% in meno di polveri sottili (PM), l’88% in meno di ossidi di azoto (NO) ed il 30% in meno di idrocarburi incombusti (HC) rispetto ai vecchi Bussotto diesel Euro 2 degli anni novanta.

L’investimento per l’acquisto e l’allestimento dei 20 nuovi autobus è di circa 4,5 milioni di Euro, di cui 3 milioni sostenuti da Seta in autofinanziamento e 1,3 milioni cofinanziati dalla Regione Emilia-Romagna grazie a fondi POR-FESR.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEI CITYMOOD DI SETA

Fra le dotazioni tecnologiche di bordo ed i dispositivi di sicurezza dei Citymood (espressamente richiesti da Seta in sede di determinazione del capitolato di gara) troviamo: impianto di climatizzazione integrale, pianale ribassato per agevolare salita e discesa degli utenti, una postazione attrezzata per il trasporto di persone in carrozzina ed una postazione per passeggini/carrozzine accessibile tramite rampa manuale.

I bus sono dotati di tre porte a doppia anta, 21 posti a sedere e capacità totale di oltre 100 persone. Tra le dotazioni di sicurezza presenti figurano la predisposizione per l’impianto di videosorveglianza, il sistema di 4 telecamere interne (poste in corrispondenza delle porte di salita/discesa, del retro del bus e del frontale), il blocco della marcia a portiere aperte ed un impianto antincendio posto nel vano motore, che si attiva automaticamente qualora vengano superati determinati valori di temperatura e di tempo di esposizione. L’impianto antincendio è inoltre comandabile manualmente anche dall’autista.

Infine, come per le moderne autovetture di fascia alta, tutti i parametri di esercizio (motore, emissioni, impianto elettrico, freni, pneumatici, eccetera) sono costantemente monitorati elettronicamente e riportati su un display digitale posto nel cruscotto, così da poter essere controllati da parte dell’autista.

Ecco alcune immagini della presentazione:


In copertina: Consegnati a Modena i 20 nuovi Menarinibus Citymood a metano per SETA – Foto: SETA

Condividi

MaicolGarba

Sono appassionato di trasporti da sempre. Fondo Trasportinfo nel 2016 per parlare di trasporti e approfondire, informare su un argomento che ci riguarda ogni giorno.

maicoladmin has 1104 posts and counting.See all posts by maicoladmin